Come usare Facebook per promuovere il tuo salone di parrucchiere

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Come usare Facebook per promuovere il tuo salone di parrucchiere
Indice

Tutti lo hanno sentito nominare almeno una volta, quasi tutti gli hairdresser hanno o hanno avuto un profilo su di esso; numerosissimi film e documentari sono stati girati a riguardo; se si pensa poi, alla parola “social-network” è sicuramente il primo nome che ci viene in mente: Facebook per parrucchieri!

Molto probabilmente anche tu avrai utilizzato Facebook per tenerti in contatto con amici di vecchia data, per condividere le foto o i video delle vacanze, per intavolare una discussione su temi di attualità o per seguire le vicende delle personalità del mondo dello spettacolo a cui sei più legato.

Ma Facebook è molto più di tutto ciò.

Rappresenta, senza ombra di dubbio, uno strumento fondamentale per creare una presenza online efficace del tuo salone di parrucchiere, che possa aiutarti a incrementare incredibilmente il numero dei tuoi clienti, e di conseguenza i tuoi guadagni.

Vediamo come.

Facebook per parrucchieri
La vera natura di Facebook

Una delle frasi più celebri ad essere spesso accostata a Facebook per parrucchieri, in un gran numero di articoli e documentari sul più famoso social network del web è: “Se non paghi per un prodotto, allora sei tu ad essere il prodotto”.

Ma cosa si vuole indicare con questa espressione?

L’intento è quella di mettere l’accento sulla vera natura di Facebook: in realtà foto delle vacanze, tag, richieste d’amicizia, chat e notifiche annesse, altro non sono che gli ingranaggi di una macchina perfettamente costruita per fare trascorrere, agli utenti, più tempo possibile sulla piattaforma.

In modo da poterli rendere bersaglio di campagne pubblicitarie e video o foto promozionali che possano spingerli a comprare questo o quel prodotto o servizio.

Non è facile resistere e non cliccare sull’icona con quella “F” bianca su sfondo blu, quando il nostro cellulare ci informa che quella ragazza o quel ragazzo ci hanno “taggato” in una fotografia giusto?

Benché non ci sia nulla di male a trascorrere parte del nostro tempo libero a socializzare su Facebook, e benché l’essere bersaglio di alcune campagne pubblicitarie possa essere a tutti gli effetti nel nostro interesse e rivelarci informazioni a cui siamo effettivamente interessati, è innegabile che Facebook sia, in realtà, una macchina creata per vendere l’attenzione dei suoi utenti.

Questo fa la fortuna di promotori di annunci pubblicitari perfettamente targettizzati e mirati che riescono così a rivolgersi a nicchie di pubblico ben precise, come ad esempio le donne potenzialmente interessate ad un nuovo taglio nei dintorni del tuo salone, se è questo il target che hai identificato per la tua campagna.

Qualche numero su Facebook

Ora che ti ho svelato la dura verità su Facebook per parrucchieri, qualora non fossi ancora convinto di volerlo rendere parte della campagna di promozione del tuo salone di parrucchiere, ricorda che 1,79 Miliardi di persone usano Facebook ogni giorno e addirittura 2,7 Miliardi di utenti si connettono almeno una volta al mese.

Va da sé che quando diciamo che “praticamente chiunque è su Facebook” non siamo poi così lontani dalla realtà.

Quindi non vi sia motivo di non approfittare di un mezzo così ben architettato per aiutarti a raggiungere nuovi clienti e con quasi 10 Milioni di aziende che lo stanno utilizzando attivamente per le loro campagne.

Se poi si considera Instagram come parte integranti di Facebook tali numeri salgono ancora.

Quindi cosa aspetti?

Continua a leggere per avere una visione chiara di tutto ciò di cui hai bisogno per sfruttare a pieno il potenziale di Facebook per promuovere il tuo salone di parrucchiere.

Facebook per parrucchieri
Partiamo dalle basi: la creazione della pagina

Allora, la prima cosa da fare, se vuoi promuovere il tuo salone di acconciatura con Facebook per parrucchieri sarà creare una pagina aziendale, o Fan Page.

Ricorda che per aprire la pagina aziendale del tuo negozio di hairdresser dovrai disporre di un profilo personale.

A differenza di Instagram, Facebook non è pensato per creare pagine aziendali, e provare ad ingannare il sistema forzando il nome del tuo salone nei campi dedicati a Nome e Cognome avrà solo l’effetto di apparire un qualcosa di improvvisato e molto poco professionale agli utenti.

Inizia quindi a creare una nuova pagina aziendale, inserendo tutti i dati richiesti riguardo al nome e alla localizzazione del tuo salone.

Ti verrà anche richiesto di caricare due contenuti che non saranno da sottovalutare e che faranno da vera e propria vetrina del tuo salone virtuale su Facebook: Foto Copertina e Logo.

Come creare il logo per Facebook

Carica il logo della tua attività nell’apposita sezione.

Se non disponi già di un logo non ti preoccupare: online esistono numerosissime risorse che possono aiutarti a crearne di semplici in totale autonomia: tra questi spiccano LogoMakr e soprattutto Designs.ai.

Quest’ultimo in particolare, da poco online, sfrutta l’intelligenza artificiale per generare un logo appositamente creato per il tuo brand, sfruttando alcune semplici informazioni che ti saranno richieste, e permettendoti per pochi euro l’acquisto di quest’ultimo, solo nel caso tu sia soddisfatto, alla fine del processo.

Una volta caricato il logo, aggiungi anche la foto copertina.

Puoi usare una foto del vostro salone, una foto di un taglio particolarmente ben riuscito o anche una grafica con del testo per comunicare in maniera diretta informazioni importanti sul tuo negozio.

L’importante è avere ben presente la posizione e l’evidenza che tale contenuto avrà all’interno della tua pagina e operare di conseguenza.

Scegli foto in alta definizione, con una composizione equilibrata, o grafiche dall’aspetto professionale e coerenti con la filosofia e l’apparenza del vostro salone.

Solo rispettando questi aspetti riuscirai a comunicare l’idea di uno store professionale, capace di curare i minimi dettagli, che sia un candidato più che ideale per occuparsi del prossimo taglio di chi capita sulla tua pagina.

Facebook per parrucchieri
E poi? Iniziamo a pubblicare contenuti!

Ora che hai una pagina Facebook per parrucchieri professionale, dovrai popolarla di contenuti che reputi possano catturare l’interesse dei tuoi potenziali clienti e soprattutto di stimolare una reazione da parte loro.

Saranno infatti loro, mettendo “Mi Piace” ai tuoi post e alla tua pagina, commentando e iniziando vere e proprie discussioni, taggando amici nei commenti o inviandogli il tuo ultimo post in chat, a garantire una crescita rapida e continua alla tua pagina, e portando così un numero sempre maggiore di nuovi clienti al tuo salone.

Ma cosa pubblicare e come creare nuovi contenuti?

Sfrutta le risorse del web con i contenuti curati

Innanzitutto, una cosa che dovrai tenere a mente, e che ti solleverà non poco, è la seguente: non tutti i contenuti che pubblicherai dovranno essere creati da te.

In media è addirittura consigliato di condividere fino al 60% di contenuti di terze parti, i cosiddetti contenuti curati.

Potresti decidere di condividere il link a un video YouTube di una sfilata dove le modelle sfoggiano acconciature particolarmente interessanti.

Oppure la foto di un personaggio di una serie Netflix apparso con un taglio completamente diverso nell’ultimo episodio della stagione o più semplicemente i link ad articoli di settore.

È però importante che aggiungi il tuo tocco e non ti limitiate a pubblicare un link totalmente decontestualizzato.

Dai il tuo parere, commenta, e cerca di stimolare la partecipazione dei tuoi follower chiedendo il loro parere in merito.

Uno strumento valido per essere notificati quando nuovi articoli compaiono sul web, inerenti a un tema a te caro è Google Alert.

Una volta scelta la parola chiave su cui vuoi focalizzarti, ogni giorno, alla stessa ora, riceverai da Google una mail con i nuovi articoli più inerenti ai tuoi interessi.

Parrucchiere/creator: i contenuti propri

A questo tipo di contenuti dovrai poi saper aggiungere contenuti personali a Facebook per parrucchieri, circa il 30%.

Un’idea particolarmente valida è quella di sfruttare i principi del content marketing, e creare un blog personale in cui condividere articoli di settore.

Tale soluzione avrà il vantaggio di attirare clienti in cerca di articoli sui temi trattati, e allo stesso tempo quello di creare la reputazione del tuo brand online, trasmettendo a chi visita la tua pagina, un’idea di professionalità e di esperienza, che potrebbe fare la differenza nel momento di ottenere la fiducia di un potenziale cliente.

Utilizza Google Trends per vedere quali sono gli argomenti che più interessano alle persone in modo da pubblicare contenuti per i quali ci sia un reale interesse da parte del pubblico.

Da non sottovalutare poi i contenuti multimediali: un video, un’immagine, una foto ben costruita possono valere più di mille parole e gli strumenti per realizzarli con semplicità sono molteplici sul web.

Siti come Adobe Spark o Canva, ad esempio, ti permettono di creare contenuti per i tuoi social network partendo da modelli predefiniti completamente personalizzati.

Non serviranno conoscenze approfondite di graphic design o essere esperti di software complessi come Photoshop.

Sarà sufficiente lasciarsi ispirare e inserire i propri contenuti in grafiche già pronte all’uso.  

UnDraw e Pexels invece, sono alcune tra le risorse che forniscono, quasi incredibilmente, una quantità vastissima di illustrazioni, il primo, e video e foto, il secondo, che potrai liberamente usare, in maniera totalmente gratuita, anche per scopi commerciali: visitali, non crederai ai tuoi occhi!

Ricorda che come per i contenuti curati, anche link, foto, video e grafiche andranno sempre accompagnati da testi accattivanti e che invoglino il pubblico a interagire con te e tra di loro.

Testa vari approcci e monitora il livello di coinvolgimento che ottengono dal pubblico.

Nessuna strada è giusta o sbagliata a priori.

Potresti scoprire, ad esempio, che pubblicare “meme” simpatici a tema parrucchiere, puntando sull’ironia sia l’arma vincente (“Hai visto il nuovo taglio fatto al salone?” “First Reaction: Shock!!”).

Assicurati però di trattare temi e utilizzare linguaggi che appartengono a te e alla tua community.

Non c’è nulla di peggio, ad esempio, di un adulto in evidente difficoltà a provare a esprimersi con termini che crede appartenere allo slang dei ragazzi di oggi.

Facebook per parrucchieri
E ora un pizzico di pubblicità vecchio stile: i contenuti promozionali

Il restante 10% nella formula magica dei contenuti per la tua pagina Facebook per parrucchieri, potrà essere colmato dai contenuti promozionali.

Senza esagerare, ora che hai creato, con contenuti propri e curati, una conversazione con il tuo pubblico, e hai accresciuto la tua reputazione online, puoi permetterti qualche post in cui pubblicizzi una particolare offerta, o magari un prodotto per la cura dei capelli in vendita nel tuo salone di acconciature o sul tuo ecommerce per hairdresser presente sul tuo sito web per hair stylist.

Anche per questi post ricordati di utilizzare contenuti di alta qualità e includi una call to action, magari inserendo anche il link ad una landing page dove ottenere un buono sconto o fare l’ordine del prodotto.

Qualche consiglio su come scrivere un post su una pagina Facebook per parrucchieri

Ora che conosci la formula magica per il tipo di contenuti da proporre, potresti trovare utile qualche consiglio su come scrivere i post, ovvero i messaggi, che accompagneranno i contenuti che hai deciso di condividere.

Tieni quindi in considerazione che l’obiettivo principale di una campagna marketing resta quello di “persuadere”, ovvero convincere il potenziale cliente ad acquistare il prodotto o il servizio che offri.

Ed infatti, quando parliamo di scrivere un post sulla tua pagina Facebook per parrucchieri, parliamo di Copywriting, o scrittura persuasiva.

Da anni, in tutto il mondo i gestori dei più svariati business e attività, hanno utilizzato il copywriting per trasformare i loro potenziali clienti in clienti effettivi.

Inventando testi, frasi e slogan che, in certi casi sono stati resi così famosi da diventare parte integrante del linguaggio colloquiale di un paese e della sua cultura popolare.

Giusto per rimanere in tema, ti dice niente “Perché io valgo?”

Facebook per parrucchieri
Ma come si fa a scrivere un post su Facebook in maniera persuasiva?

Come anticipato, per scrivere un post su una pagina Facebook per parrucchieri in maniera persuasiva è fondamentale conoscere a fondo l’argomento trattato e utilizzare un linguaggio coerente con la propria sfera sociale e quella del pubblico.

L’arma vincente è spesso arrivare a comprendere quelli che sono i sentimenti e le emozioni che i clienti proveranno acquistando un taglio presso il nostro salone di acconciature.

Vendere la soddisfazione di sentirsi belli per una serata importante potrebbe fare molta più leva sulle corde della persuasione rispetto ad una descrizione dettagliata dei prodotti usati.

Per arrivare a ciò è importante conoscere si il prodotto, ma allo stesso tempo i clienti a cui ci rivolgiamo, e potrai raggiungere tale consapevolezza solo attraverso l’esperienza, entrando via via sempre più in contatto con il tuo pubblico.

Ricorda poi di scrivere in modo chiaro, semplice e diretto, rivolgendoti a un interlocutore unico piuttosto che a una moltitudine.

In questo modo farai sentire protagonista il tuo lettore, eliminando le barriere che ti impediscono di conquistare la sua fiducia.

Fai sentire al potenziale cliente, la sensazione che sia proprio a lui che ti stai rivolgendo: un messaggio come “il taglio perfetto per le tue serate importanti” potrebbe essere più efficace di un più generico “il taglio perfetto per tutti”.

Se è vero che non tutti avranno una serata importante in programma, quelli che dovranno partecipare a un evento degno di nota, vedranno nel tuo post, una possibile risposta al problema che stanno cercando di risolvere.

In ogni caso non ti spaventare.

Il copywriting è spesso considerato una vera e propria arte, e solo con la pratica, monitorando i risultati dei tuoi post più popolari, imparerai a utilizzare le regole della scrittura persuasiva.

E perché no, anche a stravolgerle, per ottenere effetti sempre più sorprendenti sulle bacheche dei tuoi seguaci.

Il gioco si fa duro: Facebook Ads per parrucchieri

Seguendo gli step discussi fino ad ora dovresti aver già visto la tua pagina Facebook per parrucchieri iniziare a crescere e a prendere forma.

In alcuni casi, addirittura, se saprai creare contenuti di particolare qualità rivolti a una nicchia molto specifica di pubblico, quanto visto fin ora potrebbe già essere sufficiente a coinvolgere numerosi seguaci e consolidare l’identità del tuo salone da parrucchiere su Facebook.

Tuttavia, Facebook è una macchina pensata per vendere pubblicità.

In quanto tale, sarà nel suo interesse cercare di ostacolarti nel far crescere troppo la pagina del tuo salone, con l’utilizzo dei soli strumenti gratuiti che esso mette a disposizione.

Se pubblichi un post, magari con un video accelerato dell’esecuzione del tuo ultimo taglio, ad esempio, Facebook potrebbe mostrarlo in bacheca solo a una piccolissima parte dei tuoi follower, soprattutto se i primi lo hanno tralasciato senza interagire con esso o commentarlo.

La buona notizia però, è che Facebook ti mette a disposizione degli strumenti estremamente efficaci, e con costi relativamente molto bassi, per promuovere i contenuti che si sono dimostrati i più di successo sulla tua pagina.

Gli annunci a pagamento su Facebook, le cosiddette Facebook Ads, ti permettono di raggiungere con alcuni post selezionati, o annunci appositamente creati, un target di pubblico molto preciso.

Potrai utilizzare età, interessi, posizione e molte altre caratteristiche caratteristiche simili, per decidere su quali bacheche fare apparire il tuo annuncio.

Addirittura potresti decidere di mostrare l’annuncio a tutti quelli che seguono le pagine Facebook dei due saloni con cui ti contendi i tagli del quartiere dove si trova il tuo negozio.

Tutti noi mettiamo molte delle nostre informazioni facilmente accessibili su Facebook, e ancora, scorrendo fra i mille post che ci appaiono sulla bacheca, ci soffermiamo a leggere qualcosa piuttosto che a cliccare su una specifica foto.

Facebook sa esattamente ogni minimo dettaglio del nostro comportamento, di cosa ci piace, di cosa ci interessa e cosa stiamo cercando.

Tutte queste informazioni servono a targettizzare il pubblico e rendere bersaglio di annunci talmente perfetti per lui da fargli credere, talvolta, che qualcuno lo stia spiando o stia ascoltando le sue telefonate.

Facebook per parrucchieri
Ma quanto costa fare pubblicità su Facebook?

Ti chiederai ora, quanto costa investire in promozioni di Facebook per parrucchieri?

La verità è che non vi è un costo fisso per le Facebook Ads, se consideriamo il costo per persona raggiunta.

Possiamo tuttavia affermare, che per un mercato di largo consumo come quello di un salone di parrucchiere, si possono raggiungere anche diverse decine di migliaia di persone con poche decine di euro.

Quando investi una certa somma in Facebook Ads, tu partecipi ad una vera e propria asta.

Imposterai un tetto massimo mensile da investire nell’inserzione e una massima offerta che la tua inserzione farà automaticamente per comparire nello spazio pubblicitario di uno specifico utente, per vincere contro le inserzioni di altre pagine e mostrarsi a quell’utente.

Le interazioni come like e commenti, così come la rilevanza calcolata per quello specifico utente, poi, saranno tutti altri elementi che aiuteranno Facebook a decidere quale inserzione mostrare.

Anche i metodi di pagamento sono diversi.

Potrai pagare per impressioni, quindi ogni volta che l’inserzione sarà visualizzata, per click, ogni volta che qualcuno clicca sul post sponsorizzato o per action, pagando solo se l’utente completa la call to action relativa al post.

Scegli con attenzione la formula adatta al tuo scopo tenendo conto che solo con il tempo e valutando i risultati delle campagne precedenti, troverai la soluzione perfetta che ti permette di raggiungere il maggior segmento di pubblico possibile.

Come creare Facebook Ads: Facebook Business Manager

Per gestire le tue campagne pubblicitarie a pagamento su Facebook per parrucchieri, dovrai impostare il tuo Facebook Business Manager.

Dal manager potrai direttamente controllare la tua pagina Facebook, così come il profilo Instagram della tua azienda e, nel caso tu possegga un ecommerce per hairdresser di prodotti per la cura dei capelli, anche una lista di prodotti che potranno essere mostrati nelle inserzioni.

Potrai poi utilizzarlo per creare e monitorare l’andamento delle tue inserzioni.

Appena avrai creato il tuo account aziendale sull’apposita pagina, dovrai connettere la pagina del tuo salone e configurare il metodo di pagamento.

A questo punto sei pronto per creare la tua prima inserzione.

Per prima cosa ti verrà chiesto di scegliere l’obiettivo della tua inserzione.

Le opzioni sono divise in tre macro-gruppi: notorietà, considerazione e conversione.

Il primo indica il desiderio di migliorare la notorietà del tuo salone, il secondo si riferisce invece alla voglia di trovare clienti potenziali per la tua attività e l’ultimo si rivolge più concretamente alla conclusione di una vendita o all’ottenimento di una prenotazione, ad esempio.

Una volta specificato l’obiettivo della tua campagna, dovrai inserire il nome della tua campagna e la sua tipologia: campagna, se definita per obiettivi, gruppo di annunci, se distinti per budget, target e posizionamento e infine annunci distinti per tipologia di contenuto (ad esempio foto, video…).

Come al solito la sperimentazione è l’unica via per capire la tipologia di campagna che fa per te.

Una buona soluzione è fare dei test lanciando contemporaneamente due campagne differenti e monitorando quale delle due ottiene i risultati migliori e poi sospendere l’altra.

social media marketing per acconciatori
Come impostare gli annunci di Facebook per parrucchieri

È ora il momento di definire il pubblico a cui indirizzare i tuoi annunci.

Come anticipato Facebook per parrucchieri sa più di chiunque altro chi sono, e a cosa sono interessati, i suoi utenti, ed è perciò in grado di creare una vera e propria infinità di categorie a cui i vari utenti possono appartenere come no.

Nel momento in cui creerai la tua campagna potrai quindi decidere di mostrarla solo a persone residenti in un certo paese, che parlano una certa lingua, di una certa età e di un certo genere.

Potrai anche discriminare il pubblico in base al loro livello d’istruzione, al loro lavoro e al loro stile di vita.

Un’altra possibilità, che affronteremo tra poco, è utilizzare il Facebook Retargeting, per mostrare le tue inserzioni a chi ha già visitato il tuo sito web, e quindi è molto probabilmente già interessato al tuo servizio.

Ancora, di particolare interesse è l’opzione Lookalike Audience, con la quale Facebook riesce a indirizzare le tue inserzioni a un pubblico quanto più simile a quello che è già tuo cliente.

Una volta deciso il posizionamento del tuo Ads (una scelta semplice ma efficace, spesso utilizzata, è quella di optare per il posizionamento manuale), dovrai infine impostare il budget della tua campagna.

Spesso si consiglia di dedicare una parte del budget a disposizione (circa il 30%) per testare diversi approcci, ed investire poi il restante 70% nell’inserzione che si è dimostrata più efficace.

Scegli poi le ultime impostazioni quali durata, tipo di ottimizzazione tra clic, visualizzazioni e copertura, come spiegato sopra, e infine il tipo di offerta.

Opta per CPC se vuoi basarti sul costo ad ogni clic sulla tua inserzione o scegli PCM se preferisci inserire un costo relativo a mille visualizzazioni del post.

Ecco fatto: ora la tua prima inserzione Facebook Ads è online.

Ora non ti resta che monitorarne l’andamento e valutarne le performance, per vedere se vale la pena investirci qualche euro in più o se è meglio aggiustare il tiro, cambiando approccio, contenuto o magari il linguaggio usato.

Mentre le persone iniziano a cliccare sulla tua inserzione però, vale la pena prendersi un po’ di tempo per approfondire uno strumento utile a rendere le tue Facebook Ads ancora più efficaci, che fino ad ora abbiamo solo accennato: il Facebook Retargeting.

Sfrutta il tuo sito web per inserzioni Facebook più efficaci

Così come hai deciso di consolidare la presenza del tuo salone di parrucchiere sui social network, partendo da Facebook per parrucchieri, allo stesso modo potresti aver già realizzato un sito web per la tua attività che possa servire ai tuoi potenziali nuovi clienti.

Così come a quelli più fedeli, come punto di riferimento per conoscere meglio il tuo stile, prendere appuntamento, vedere i tuoi lavori più riusciti, o anche acquistare prodotti per la cura dei loro capelli sulle pagine di un ecommerce per acconciatori.

Potresti poi aver creato delle landing page come luogo dove far concretizzare le call to action proposte ai tuoi clienti nelle tue campagne social o di email marketing.

Ecco stai per scoprire una nuova potenzialità di questa struttura che hai con tanto impegno messo in piedi e perfezionato.

Chi infatti, più di chi ha già visitato il tuo sito web, è potenzialmente interessato ai servizi che offri?

Ecco perché uno degli strumenti imprescindibili, da utilizzare quando si vuole includere Facebook nella propria campagna marketing per parrucchieri è il retargeting.

Si tratta del processo di registrare le persone che hanno visitato il nostro sito web, e usare i loro dati per ritrovare i loro profili Facebook, e renderli il pubblico target delle nostre inserzioni sul social network.

Utenti già in parte interessati alla tua offerta, o anche clienti che hanno già acquistato i tuoi prodotti o prenotato un taglio nel tuo salone, riceveranno annunci estremamente personalizzati.

Ad esempio mostrando loro tagli simili a quelli mostrati nel video che hanno guardato più volte, o offerte sui prodotti su cui si sono soffermati più a lungo o che hanno già aggiunto al carrello, salvo poi abbandonare il sito prima di effettuare l’acquisto.

Il Pixel di Facebook per parrrucchieri

Per implementare il retargeting di Facebook per parrucchieri, dovrai innanzitutto rendere il tuo sito adatto a raccogliere i dati necessari, rendendolo compatibile con le strutture necessarie alla creazione di annunci dinamici.

La prima cosa da fare è inserire nel codice del tuo sito il Pixel di Facebook, che ti permetterà di salvare i dati dei tuoi visitatori, come ad esempio le pagine visitate, gli oggetti aggiunti al carrello, o addirittura le inserzioni Facebook viste prima di accedere al tuo portale.

Per permettere poi di creare annunci e inserzioni personalizzate, che mostrino al cliente, ad esempio, prodotti già visionati sul tuo e-commerce di prodotti per la cura dei capelli, sarà necessario creare un catalogo contenente tutti i prodotti offerti, struttura realizzabile con le più diffuse soluzioni per il design di e-commerce, come Shopify o Woo-Commerce.

Online troverai numerosissime guide per installare il Facebook Pixel all’interno del tuo sito in maniera semplice.

Una volta preparato il tuo sito, dovrai scegliere la modalità di retargeting da mettere in pratica.

Come sempre la chiave sarà testare diverse strategie, valutare i risultati e scegliere la più efficace.

Tra le possibilità a tua disposizione troverai: promuovere prodotti visualizzati o aggiunti al carrello che non si sono convertiti in acquisti, esclusivamente i prodotti aggiunti al carrello, prodotti di Up e/o Cross Selling (ad esempio prodotti o servizi simili, versioni più performanti, prodotti o servizi complementari o spesso venduti in combinazione…) o ancora l’opzione “combinazione personalizzata”.

Quest’ultima consiste in una selezione ancora più mirata, nella quale le varie opzioni possono essere incluse o escluse, anche in base ad orizzonti temporali (ad esempio includendo le persone che hanno visualizzato certe pagine nel corso dell’ultimo mese).

In ogni caso, tieni a mente che si stima che gli utenti che sono raggiunti da un’operazione di retargeting, che mostri loro annunci personalizzati, sono più propensi del 70% a tornare sul sito e generare una conversione.

Inoltra, in media, la CTR (click-through rate) di un annuncio dinamico, capace di modificare il contenuto in base ai comportamenti registrati dal Pixel, è in media dieci volte superiore a quelli di un link classico.

Automatizza Facebook Messanger con un Chatbot

Ora che la struttura della tua pagina di Facebook per parrucchieri diventa sempre più complessa e completa, è facile presumere che inizierai a ricevere numerosi messaggi da parte dei tuoi utenti.

È inoltre presumibile, che avendo un’attività da gestire, tu non abbia il tempo di dedicarti a tempo pieno alle interazioni con i clienti, soprattutto a mano a mano che i contatti diventano via via più numerosi.

In merito a ciò ti viene in aiuto uno strumento che abbiamo più volte citato in alcuni articoli precedenti: Manychat.

Combinando infatti Facebook Massanger e Manychat, è possibile implementare in pochi semplici step un “ChatBot”, ovvero una sorta di robot-segretario, capace di rispondere ai tuoi clienti in maniera totalmente autonoma, proponendo, in base alle loro azioni e alle loro risposte ad alcuni semplici domande, contenuti e link utili che potranno, tra le altre cose, condurli sulle pagine del tuo sito o a loro volta, su post Facebook di interesse.

Manychat

Per implementare il tuo chatbot con ManyChat, dovrai connetterti al sito di ManyChat e creare un profilo.

Potrai poi immediatamente iniziare a implementare il tuo bot.

Clicca su “Automation” e poi su “Welcome Message” per impostare il primo messaggio che arriverà ai clienti quando apriranno la chat e che dovrà presentare loro le opzioni più generali e allo stesso utili al tuo scopo possibili.

Tale messaggio potrà includere anche bottoni che possano ad esempio portare i tuoi clienti sulla landing page dedicata all’erogazione del buono sconto sul prossimo taglio o su un post di particolare successo in cui l’utente possa aggiungersi a una discussione in corso.

Nella sezione “Keywords” della console di Manychat potrai scegliere alcune parole chiave che, se scritte dall’utente, comporteranno l’avvenire di un’azione, e quindi una risposta specifica del bot.

Potresti ad esempio far mostrare al bot la lista prezzi del tuo salone nel momento in cui il messaggio del cliente contiene le parole “prezzi” o “quanto costa” linkando poi la pagina destinazione che hai progettato per le prenotazioni online.

Ma non pensare che sia finita qui! Con un chatbot non solo potrai rispondere a chi ti contatta, ma anche contattare attivamente i potenziali clienti.

Dalla sezione “Sequences” potrai creare, infatti, messaggi automatici che periodicamente il tuo bot invierà agli iscritti senza bisogno che questi lo contattino personalmente.

Tieni conto che potrai classificare gli utenti in base alle azioni già svolte nell’interazione con il bot, in modo da dividerli in categorie e personalizzare i messaggi inviati, migliorandone l’efficacia.

Potresti ad esempio inviare il buono sconto per un taglio omaggio in occasione del compleanno di qualche fortunato utente.

chatbot per hairdresser
Il passo successivo? Sfrutta influencer marketing

In un modo o nell’altro siamo sempre stati influenzati nelle scelte, dalle personalità più eccentriche della nostra sfera privata o della sfera pubblica.

Senza per forza dover coinvolgere Chiara Ferragni, l’influencer marketing è uno strumento che puoi anche tu, nel tuo piccolo, utilizzare per sfruttare ancor più il potenziale di Facebook per parrucchieri e dei social network in generale.

Gli influencer, infatti, sono in generale, personaggi, più o meno famosi, capaci, concentrandosi su una specifica nicchia di utenti, di conquistare la fiducia di un pubblico particolarmente specifico.

Oltre a ciò cercano di superare quella diffidenza che si genera naturalmente, nel consumatore, quando un brand prova a convincerlo della qualità del prodotto o del servizio che lui stesso commercializza.

La forza di persuasione di queste persone ha fatto la fortuna di questa strategia di marketing che ad oggi ha un volume di mercato pari a circa 10 Miliardi di Dollari: si stima che circa il 40% dei profili con più di 15K follower su Instagram siano considerabili Influencer.

Anche se non è sicuramente semplice come qualche hanno fa trovare l’influencer giusto per il tuo business, l’incredibile crescita che i social hanno registrato negli ultimi anni fa si che anche realtà più piccole possano permettersi questo tipo di strategia.

A fianco delle grandi celebrità da più di 20 mila follower, esistono influencer con seguito più ridotto che va da 5 mila a 20 mila follower, per arrivare addirittura ai cosiddetti micro-influencer con meno di qualche migliaio di follower.

Quest’ultimi, oltre ad essere più economici e facilmente ingaggiabili, tendono ad avere un pubblico molto mirato, nei confronti del quale risultano particolarmente efficaci.

Scegli quindi i profili che più ritieni coerenti con la tua attività e testa questo tipo di marketing.

Cerca, guarda i post, controlla che questi profili abbiano un alto livello di engagement (commenti, risposte e tag sono spesso molto più importanti di like e follower) e magari invia loro qualche prodotto omaggio in modo che lo mostrino al loro pubblico presentandone i pregi più evidenti.

Dovrai poi monitorare i risultati della tua campagna di influencer marketing sfruttando ad esempio Google Analytics o altre piattaforme simili per monitorare quanti accessi al tuo sito derivano da link pubblicati dall’influencer.

Fornire buoni sconto personalizzati all’influencer da diffondere sui canali e valutare poi il numero di clienti che lo utilizza è un’altra soluzione ugualmente efficace.

Non va poi dimenticato che se l’influencer che hai scelto starà facendo un buon lavoro, dovresti vedere crescere l’audience della tua pagina Facebook e registrare un coinvolgimento maggiore da parte del pubblico.

Il trucchetto del Give Away

Un altro strumento che potrai sfruttare, molto usato nel mondo dei social per aumentare, anche se in maniera un po’ artificiale, il coinvolgimento del tuo pubblico è quello del GiveAway.

Il trucco consiste, ad esempio, nel mettere in palio un prodotto per la cura dei capelli, sorteggiando il vincitore tra i migliori tagli pubblicati in una foto nei commenti del post.

Se opportunamente usato, questo strumento darà un boost immediato a like e commenti al vostro post. Attenzione però a non abusarne.

Utilizzare trucchetti di questo tipo fuori contesto, senza che questi siano proposti in un contesto di contenuti di lavoro per il tuo pubblico, darà ben pochi risultati.

Altri trucchi per aumentare il coinvolgimento potrebbero consistere ad esempio nel lanciare sondaggi o chiedendo pareri e recensioni dopo la pubblicazione del proprio ultimo lavoro.

Non solo post: le storie!

Un altro strumento che Facebook per parrucchieri mette a tua disposizione, e che sta prendendo sempre più piede da quando Snapchat le ha introdotte qualche anno fa, sono le Stories: le stories sono contenuti temporanei, visibili al tuo pubblico solo per le 24 ore seguenti alla loro pubblicazione.

Anche le stories possono essere utilizzate su Facebook per cerare inserzioni e annunci pubblicitari.

Inoltre sono un modo leggero, informale e poco impegnativo di integrare i contenuti presenti nei post permanenti.

Quest’ultime, inoltre, vengono visualizzate in alto, in un’area molto visibile, che attira immediatamente l’attenzione dell’utente che apre il social network.

Inoltre, se l’algoritmo con cui Facebook selezione a quanti utenti mostrare i tuoi post, penalizza una pubblicazione troppo assidua di post (ad esempio più di tre al giorno) numerose stories sono invece incentivate, fornendo così uno strumento per raggiungere i clienti più volte in un giorno.

social media marketing
Non aver paura di metterci la faccia

Abbiam parlato poco fa dell’influencer marketing.

Ma se hai il giusto tempo da dedicare a questa attività, perché invece di spendere risorse a cercare il giusto influencer per il tuo salone, non diventi tu stesso testimonial della tua attività?

I risultati che potresti ottenere mettendoci la faccia, mostrandoti in prima persona e riprendendoti mentre saluti il tuo pubblico o mentre mostri il dietro le quinte della tua attività potrebbero rivelarsi l’arma vincente per entrare veramente nel cuore dei tuoi potenziali clienti, convincendoli che sei tu il parrucchiere giusto per loro.

Non aver paura di filmarti mentre sorridi insieme ad una ragazza con gli occhi che brillano dell’entusiasmo per il nuovo taglio, o di comparire in una stories col tuo nuovissimo caschetto rosa per raccontare a tutti la tua ultima follia.

In questo modo mostrerai il lato umano del tuo business portando le persone a collegare al tuo viso tutto ciò che leggeranno sulla tua pagina Facebook o sul tuo sito.

Legare e provare interesse per una persona è spesso molto più semplice che farlo per un brand o un marchio.

Inoltre le persone saranno più portate a porti domande e a contattarti, creando coinvolgimento e migliorando l’andamento del tuo canale.

Non solo Facebook

Sebbene Facebook per parrucchieri sia il più famoso dei social network, una volta che avrai creato contenuti per la tua pagina su di esso, nulla ti vieta, con le dovute modifiche e i dovuti adattamenti, di riutilizzarli, almeno in parte su altri social network.

Il più simile, anche se in realtà profondamente diverso, è senza dubbio Instagram: non c’è motivo per non riutilizzare le storie pubblicate su Facebook and su Instagram e raggiungere così un numero maggiore di utenti.

Inoltre, come saprai, Instagram è posseduto da Facebook, e gli stessi strumenti che hai imparato ad utilizzare per creare campagne su Facebook potranno essere utilizzate anche per questa piattaforma.

Sperimenta tutti i social network dove pensi che possa trovarsi un pubblico interessato ai tuoi contenuti e investi in quelli che ti garantiscono i risultati migliori.

Pinterest, TikTok, Snapchat sono tutte valide soluzione per un salone di parrucchiere, ma ognuno richiederà, oltre a contenuti generici comuni, materiale creato apposta per il linguaggio e i metodi propri alla piattaforma.

marketing per hairdresser
Ci siamo!

Ecco fatto.

Ora hai veramente una visione d’insieme di quanto Facebook per parrucchieri sia molto di più del social network dove pubblicare foto e video delle vacanze, lamentarsi dell’ultima uscita infelice di quel personaggio pubblico o provare a riallacciare i contatti con quel compagno delle elementari una sera che si è un po’ troppo annoiati.

Facebook è una complessa macchina fatta per vendere segmenti di pubblico estremamente specifici e targettizzati, da rendere bersaglio di campagne pubblicitarie mirate come mai prima d’ora.

Pensa solo a una famiglia di quattro persone intenta a guardare un film in tv: qualche anno fa, appena iniziata la pubblicità, tutti sarebbero stati concentrati sullo spot di quella nuova macchina o di quell’invitante barattolo di crema alla nocciola.

Oggi, invece, probabilmente tutti e 4 approfitterebbero della pausa per fare un salto su Facebook, diventando ognuno bersaglio di una pubblicità pensata apposta per loro, da uno strumento che, potenzialmente, li conosce meglio dei loro amici più intimi.

Il papà vedrebbe delle nuove scarpe per passeggiata in montagna, uno dei figli l’ultimo videogioco uscito, la ragazzina, amante dello sport, una nuova divisa da calcio e la mamma il dvd del film da aggiungere alla sua collezione.

Insomma, una pubblicità unica per ognuno, con una possibilità di successo infinitamente più grande degli spot solo in parte targetizzati di qualche anno fa.

Le potenzialità di questo strumento come vedi sono infinite, e sta a te sfruttare quanto appreso in questo articolo come punto di riferimento per l’inizio della creazione e del consolidamento della presenza del tuo salone di parrucchiere su Facebook.

Con il dovuto impegno e la dovuta passione, e soprattutto con una sana dose di sincerità, hai ora tutti i mezzi per fare breccia nelle emozioni di chi ti segue o di chi è interessato a seguirti, pur non sapendolo ancora.

Partendo dalla creazione e dal caricamento della copertina e del logo della tua pagina, passando per la pubblicazione dei primi post e dalla pratica nel copywriting, procedendo alle inserzioni a pagamento, ed esplorando perché no, strumenti particolarmente interessanti quali l’influencer marketing, arriveai a cambiare completamente il modo in cui la tua attività attira nuovi clienti, raggiungendo potenzialmente, livelli d’affari, prima impensabili.

Hai le chiavi per accedere a uno strumento potentissimo che potrete padroneggiare, poco alla volta, magari, addirittura divertendoti nel farlo!

Se, invece, vuoi una mano per gestire i tuoi social e promuovere il tuo salone su internet, scegli Digital Hairdressing, la prima web agency per parrucchieri.

Clicca il pulsante qui sotto per saperne di più.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social!
Francesco La Manno

Francesco La Manno

Hairdressing Coach | Consulenza, formazione e servizi digitali per parrucchieri.

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli articoli articoli

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER NEWSLETTER NEWSLETTER

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per ricevere una consulenza gratuita